Cattolica

La mia carriera è iniziata dopo le superiori superando quasi in contemporanea più concorsi pubblici per l’insegnamento nelle scuole materne ed elementari: statali-comunali e del Vicariato.
Abitando a Roma ho avuto l’opportunità di sostenere anche la prova per la Santa Sede e incredibilmente proprio loro per una serie di parametri mi hanno convocata per prima.
Io, 19 enne pronta per l’Università, con un po’ di dubbi e timori ho iniziato un lavoro che mi ha appassionato e coinvolto, aperto la mente, sviluppato strategie operative e allenato fisicamente.
Una conoscenza nuova, una crescita spirituale e personale unica, tra Lauree, master e dottorati in ambito giuridico. Ho conseguito il titolo di avvocato e conciliatore specializzandomi nell’internazionale fino a trasferirmi su distacco al Ministero dei Beni Culturali e del Turismo.
Lavorare e studiare non è stato semplice, la famiglia mi ha sostenuto e i piccoli successi ottenuti sono stati per loro soddisfazione e gioia.
La mia professionalità è stata costruita nel tempo con le svariate sfumature della vita.
Anni in cui ho approfondito la mia fede cattolica, collaborato in progetti interculturali, conosciuto le altre religioni e dialogato con “sentire” differenti, implementando la mia attività di conciliatore, mediatore, praticante avvocato , abogada, commissaria d’esame, osservatore Invalsi…sempre per perfezionarmi in un mondo in continua competizione.
Non rinnego nulla così a chi dovesse incontrarmi nel WEB…confermo ogni esperienza positiva e negativa, la crescita è una sorpresa, a volte sei più impreparata ma c’è sempre la stradina per recuperare se vuoi…
La fede è stata ed è un valore in più che uso ancora oggi, anche quando studio una legge europea e la confronto con la corrispettiva islamica o cinese…immagino fino a che punto si può trattare e collaborare, perché crescere è aprirsi agli altri sicuri delle proprie coordinate.

LAVORO

Dopo lunghe conversazioni sul tema Lavoro riporto fedelmente la creatività italiana:

-controllori sui bus e metro, due mesi a rimborso spese e poi con gli ingenti GUADAGNI perchè a Roma molti viaggiano gratis si comincia con le assunzioni;
-permettere agli anziani nei posti pubblici con una riduzione di pochissimo della stipendio di andare in pensione e ringiovaniamo,
-nuovi asili e professionalità scolastiche,
-chi lavora nello stesso luogo settore a parità di livello stesso stipendio,
-si ruota tra i Direttori e Staff ogni 3 anni;
-esperti solo su professionalità non presenti, per le specializzazioni ci si perfeziona,
-via vitalizi,
-riduzione mutuo e spese case come stimolo all’economia con maggiori entrate e meno paura…
-cv di tutti e ovunque
– professionalità valorizzate come i settori:scuola,cultura e turismo.
Interessante no?!

L’Europa sta arrivando….

Credere in ciò che sei….

Difficile se la tua raccomandazione sei TU con i tuoi meriti e competenze, ma inutile ripetersi  andiamo     oltre.

Sta per iniziare in Italia il Semestre di Presidenza , un’occasione di lavoro, di studio d’informazione…usare i social, cercare opportunità….si può , osservando e connettentosi con il virtuale che condivide.

La creatività non è una specialità di pochi, ma un dono che chiunque ha in proporzione al desiderio di migliorare e di crescere. L’Italia si muove se  riparte l’economia e la moneta gira se la gente comincia a crederci…Non lasciamo trascinare in basso il nostro talento, abbiamo una serie di eventi internazionali in questi 2 anno che potrebbero trasformare le nostre vite. Che cerchiamo? Un sereno futuro?…beh cominciamo ad interessarci di start up, sostenibilità, green,innovation , found, project…

Apriamo le menti!

Social e tech?

Sono due parole molto familiari sia in positivo che in negativo.

La società attuale che muta velocemente e affronta periodi di crisi improvvisa non può prescindere dall’uso di tali forme di comunicazione per scorrere nelle vite delle persone.
Così sul lavoro, negli hobby o nelle piccole mansioni quotidiane siamo coinvolti nel vortice di una tecnologia che se non conosciuta può provocare notevoli problemi.
Tanti hanno paura e diffidano di strumenti che isolano, viaggiano nel virtuale e violano la privacy anche con violenza, così scappano e rifiutano l’inevitabile.
Ecco allora che la soluzione è semplice, ognuno secondo le possibilità e il tempo dovrebbe imparare l’uso dei social e del Tech più bizzarro, perché sapere è già dominare.
Si aprirebbe un mondo di iniziative e opportunità che potrebbero agevolare lo sviluppo e il pensiero del singolo come del gruppo.

Così è capitato a me , grazie al desiderio di novità ho scoperto che posso migliorare e gestire le attività inerenti alla mia persona col supporto di contatti virtuali, corsi on line e social positivi.
L’intelligenza sta nel bilanciare con la realtà ciò che non lo è, ma è in grado di fornire quel valore aggiunto che fa la differenza.

Quindi iniziate…e il futuro sarà SMART!

L’Europa e noi

Tanto si critica l’Europa ma pochi sanno cosa sia veramente e quanto influisca nelle nostre vite. Partiamo dal sito ufficiale che illustra un po’ le curiosità che potrebbe avere il cittadino interessato dei Paesi Membri: http://europa.eu.

Vi è una parte dedicata al diritto nella quale si spiega l’origine e l’utilità, altre dedicate al lavoro e alle opportunità di studio.
La mobilitazione ed i finanziamenti sono poi le più cliccate.
Chi conosce la struttura europea riesce a rapportarsi con essa con competenza.
Le critiche delle recenti elezioni sono tutte valide, ma nessuno si è mai preoccupato prima della crisi economica mondiale, di adoperarsi per cambiare lo status quo.
Spesso sottovalutiamo gli eventi o ci facciamo guidare dall’inerzia, quando non tocchiamo direttamente le notizie. Eppure dovrebbe interessare a tutti conoscere l’Unione Europea che stabilisce e decide i criteri di Governo degli Stati che la compongono.
Solo così possiamo proporre scelte diverse e migliorare il futuro, siamo tra i fondatori e se solo qualcuno si preoccupasse di rivalutare il ruolo italiano, diventerebbe una fonte di progresso, innovazione e sviluppo.

Costruire è sempre meglio che distruggere!

Camminare

Camminare,
questo è un compito che spetta ad ognuno di noi, CAMMINARE…

I nostri sogni, idee, pensieri sono una meta verso cui tendere e per arrivare si deve solo andare avanti.

Credere, sperare, provare, perché altrimenti rischiamo di lasciare che gli altri guidino l’esistenza terrena. C’è chi corre, chi salta, chi va lento, ma la strada che le persone decidono di percorrere ha una meta e non serve mai voltarsi indietro. Ogni tanto nelle salite come nelle discese, è saggio fermarsi, riflettere e poi avanzare. Le tappe sono misteriose, ma niente potrà sconvolgerci se sappiamo dove vogliamo andare. ll punto d’arrivo conta, nulla più, scegliamo la via, accettiamo gli errori, correggiamo la rotta , chiediamo consiglio ma ricordiamo che ognuno è solo nel suo viaggio. La meta può essere condivisa, ma l’azione è personale, la responsabilità è individuale. Vivere da protagonisti, cogliendo le occasioni è intelligenza astuta , perché mira alla perfezione, sorretta da un credo che è proprio di ognuno, ma anche lì sta la differenza, saper cogliere la Verità riconoscendola negli atti d’Amore che allietano l’anima.

Avanti …non lasciamoci spaventare, perché il Sole c’è sempre…!

Agire

Agire, questa è la parola d’ordine nella vita odierna e nella situazione del nostro Paese.

Al contrario di quanto molti fanno, pensano e dicono, l’azione è l’unica chance che può dare speranza alle nostre aspettative.

Fermarsi in questo momento è da stolti, anche se pare non esserci una via d’uscita in uno Stato che non ottiene fiducia.

Il futuro si crea con le nostre forze.

Cominciamo a sfruttare le opportunità, non rinunciamo alle idee, proviamo ciò che interessa, informiamoci, lottiamo e riprendiamoci i nostri sogni.

Troppo facile dormire e non fare niente, semplice lasciar stare.

La selezione dell’impossibile che si realizza è ora.

Credere e fare rete come dico sempre, usiamo il digitale con l’intelligenza di ognuno, cerchiamo le opportunità ovunque…

I social, l’UE …il mondo nasconde tanto, ma noi cresciuti coi bei giochi di una volta, creativi di natura, riusciremo a fare tana!

Intanto per iniziare costruiamo un bel cv, raccontiamoci ai siti giusti e Jobs Act… sarà affare nostro!